domenica 28 giugno 2009

Guida in stato di ebrezza

Ieri sera ho mangiato con Bonny, il Bolso e il Giangi in un ristorante, ed ovviamente mentre mangiavamo abbiamo ordinato del vino da bere. Una volta alzati dal tavolo, abbiamo notato la presenza dell’apparecchio che serve a misurare il livello alcolico; quindi io e il Ginagi, che guidavamo, abbiamo deciso di provarlo.

Il risultato dopo 3 bicchieri di vino bianco mangiando è stato, per tutti e 2 di: 0,58; e di conseguenza oltre il limite; il che ci ha fatto risedere per aspettare che il livello diminuisse.

Questo risultato mi ha fatto riflettere…infatti se sono bastati 3 bicchieri di vino mangiando a superare il limite, questo vuol dire che la soglia limite è molto bassa e che quindi in caso ci si debba mettere al volante sarebbe meglio non bere nulla di alcolico; ed quindi mi sono chiesto:

“Perché non portare il limite a ZERO, in modo da evitare la discrezionalità di quanto uno possa bere o no????. Forse perché questa legge non serve a prevenire gli incidenti ma a fare cassa?????o forse perché l’Italia è uno dei maggiori produttori mondiali di bevande alcoliche????”

Ovviamente dopo aver aspettato mezzora, il mio risultato era: 0; quello del Giangi: 0,47.

Ps: Bonny che non guidava ha provato il test subito dopo aver bevuto 2 digestivi…risultato: 8,9; e dopo mezz’ora: 0,74

PREMIAZIONE DI SAN PIETRO

Venerdì sera, il comune di Chatillon, in occasione della festa patronale, ha organizzato una sfilata di modo, che ha visto come intermezzo la premiazione delle associazioni sportive operanti sul territorio e degli atleti più meritevoli.

L’idea era ottima, peccato che come al solito sono riusciti a trasformarla in una pagliacciata.

Malgrado avesse piovuto per tutto il pomeriggio, non è stato predisposto lo spostamento della manifestazione, nel padiglione al chiusi, ottenendo così il risultato di svolgere la premiazione sotto la pioggia e con conseguente scarsa affluenza.

Come se non bastasse sono state premiate associazioni sportive, di dubbia provenienza, come ad esempio il Moto Club Aosta e l’Augusta Pretoria, che hanno sede ad Aosta e di conseguenza non avevano nessuna ragione per ricevere il premio; o il circolo podistico, che non fa altro che organizzare la Marza Pia (manifestazione podistica che si svolge una volta all’anno)

Ma le buffonate non si fermano qui.

Il comune aveva chiesto alle associazioni di nominare degli atleti meritevoli residenti nel territorio, per ricevere un riconoscimento. Ebbene, salvo alcune associazioni, le altre hanno fatto premiare tutti gli atleti residenti nel territorio (la pallavolo ha fatto premiare l’associazione, 5 squadre e circa 30 atleti). Allora mi chiedo…che senso ha???? Così facendo il premio perde di significato. Non si sarebbe dovuto obbligare le associazioni a nominare un solo atleta????

Penso proprio di si.

Come se non bastasse è stata premiata una persona che fa foto subacquee, che a casa mia non è uno sport…ed inspiegabilmente i 44 coscritti di quest’anno. MAH!!!!

Così facendo non si è fatto altro che distruggere una manifestazione che poteva essere molto interessante e bella.

Detto questa…devo aggiungere che io ero presente alla serata in  qualità di premiato, in quanto la mia associazione (Atomic Flies Basket) mi aveva scelto come atleta meritevole con le seguenti motivazioni:

riconoscimento di un'ottima stagione sportiva contraddistinta da grandi prestazioni in campo e per il grande impegno profuso non solo come atleta ma anche come allenatore portando la squadra ad un lodevole 3° posto nel campionato di basket categoria csi - eccellenza interregionale.”



lastscan


Voglio prima di tutto ringraziare la dirigenza che mi ha scelto per questo riconoscimento, soprattutto il vice presidente, una persona dal grande spessore culturale e di grande fascino. Volevo poi ringraziare il Presidente con cui ho iniziato questo progetto qualche anno addietro e che mi ha sempre dato la sua massima fiducia, e la squadra, perché questo premio è soprattutto vostro.

Voglio infine ringraziare le persone che erano a tifare per me nel momento della premiazione e cioè: Vitaliano, Laura, Diego, Valentina, Dario, Bonny ed il mio AMORE.

L’unico rammarico è appunto il fatto che questa brillante iniziativa sia stata sminuita, ma nonostante ciò sono orgoglioso e onorato di aver ottenuto questo riconoscimento per il lavoro svolto, quindi ancora una volta GRAZIE

venerdì 26 giugno 2009

Discriminazione o Ordinarietà

E’ di ieri la notizia che una ragazza, tale Riam Dean, è stata declassata dal lavoro di commessa a quella di magazziniere, nel megastore Abrecrombie & Fitch, a causa del suo handicap, una protesi al braccio sinistro, che gli sostituisce l’avambraccio che gli manca dalla nascita.

Non voglio qui parlare dell’ovvia denuncia della ragazza, ma voglio soffermarmi sul fatto che questo avvenimento sia il trionfo dell’apparire.

Ci troviamo catapultati in questa società di artefatti e lustrini per colpa di tutti quanti…si avete capito bene…anche il più moralista o liberale viene influenzato dall’apparire, non nascondiamoci dietro un dito, questa è la cruda realtà.

Come al solito, questa mia riflessione sarà impopolare, me ritengo che spogliato dal perbenismo chiunque abbia un pensiero che si avvicini  molto al mio.

Molti grideranno allo scandalo e alla discriminazione, dopo aver letto questa notizia, ma siamo sicuri che sia una cosa così scandalosa????

Non è forse così che funziona in qualsiasi luogo???? Non bisogna forse tenere un determinato stile in ogni posto di lavoro???? Non sono forse le ricerche di marketing che ci mostrano che se ci si trova di fronte ad un commesso/a di bella presenza si acquista più volentieri????

Vero, in questo caso c’è un’estremizzazione, perché viene coinvolto un disabile, ma non vengono forse rifiutate dalle grandi boutique le commesse non di bella presenza????

Ed allora qualcuno mi spieghi perché dinnanzi ad una notizia di questo tipo mi devo indignare!!!!

Sarà brutto e cinico, ma nella società attuale quello che conta maggiormente è l’involucro, non la sostanza, e noi nasciamo e cresciamo con questo concetto. Sin da piccoli ci dicono: “per andare a messe metti il vestito bello”, “dai che andiamo a mangiare dai parenti, vestiti bene”; e quando cresciamo il discorso non cambia: “in università non puoi dare un esame in pantaloncini”, “mettiti la giacca e la cravatta per il colloquio”,ecc….

Datemi pure del superficiale, ma è così che funzione, è terribile, ma funziona così

E a chi vorrà contestare questa mia piccola analisi gli chiedo:

“Vi fareste mai difendere da un avvocato in pantaloncini ed infradito????”

“Andreste a mangiare in un ristorante dove il cuoco ha i rasta ed e tutto tatuato????”

“Comprereste da un orafo pieno di pearcing????”

“Vi rivolgereste ad un medico vestito come un barbone????”

Sono sicuro che se risponderete con sincerità non potrete che condividere il mio pensiero, perché come recita un vecchio adagio:


L’ABITO NON FA IL MONACO, MA CHE UNO E MONACO LO SI VEDE DALL’ABITO

giovedì 25 giugno 2009

L'università italiana

Ci siamo sempre sentiti dire che l’istruzione in Italia è une delle migliori al mondo, che l’università Italiana è una delle migliori al mondo…beh, così dicono, ma la verità è un'altra.

Secondo l’Academic Ranking of World Universities della Shanghai Jiao Tong University sui migliori atenei del mondo (che vede in vetta gli americani Harvard, Stanford e Berkeley) gli atenei italiani non sono neanche tra i primi 100. Dobbiamo accontentarci di avere la Statale di Milano, quella di Pisa e la Sapienza di Roma nella fascia indistinta tra il 102° e 150° posto. Padova e Torino tra le prime 200; il Politecnico milanese, Bologna e Firenze nelle prime 300 e giù giù giù….Totale: 20 atenei tra i primi 500. Gli altri 74 riconosciuti dallo Stato inesorabilmente fuori.

Secondo il World University Ranking: la prima è Hardvard, seguono Cambridge, Oxford, Yale e giù giù tutte le altre. Ed anche qui non abbiamo una sola nostra università nelle prime 100. Bologna è al 173° posto, la Sapienza di Roma al 183°, Padova al 312°, Pisa al 325°, Firenze al 329°, Trieste al 374°, Pavia al 388°, Siena al 394°. Fine. Le altre fuori.

Quindi forse è il caso di smetterla di gonfiarsi il petto sulle nostre università, basta fare riforme su riforme che servono a poco e niente, basta stravolgere il sistema ad ogni cambio di legislazione.

L’università italiana è in coma, prendiamone atto e poniamoci rimedio.

Non dimentichiamo che siamo il paese di Archimede, Galileo, Leonardo, Beccaria, ecc…

lunedì 22 giugno 2009

Hawaian Rain Trash Party

DSCF5323
Sabato sera Hawaian Party, anzi forse è meglio dire Hawaian Rain Party….

La mi stupenda metà, anche se un po’ in ritardo, ha fatto la sua festa di laurea. Inizialmente doveva essere una festa in costume, a tema Film, ma poi si è tramutata, grazie ad una idea geniale, in una festa in costume da bagno in piscina.

Era tutto pronto…gazebo, candele, anguria, tanti stuzzichini, sangria e musica con momento maranza annesso….ma ahimè ci si è messo di mezzo il tempo con pioggia e vento.

Ma come al solito da buon casinista, non mi sono lasciato intimidire e dopo aver fatto delle scene di dubbio gusto sotto degli idranti, ci è scappato il bagno in piscina.

A questo punto l’ignoranza ha dilagato, con scene “trashissime”, come balletti sotto la pioggia, apertura di bottiglie di spumante in piscina, con annesso schizzo addosso a Bonny ed il tutto è culminato con quel cretino di Bonny si è riempito di crema solare ed io pr non esere da meno mi ci si sono strisciato addosso
IMBARAZZANTE
Ma che ridere

Dopo il bagno è stato il momento della torta (molto buona) e della gara di limbo, dove mi sono piazzato 3°, malgrado le mie ginocchia.

Bellissima serata, mi sono molto divertito e ho riso tantissimo, complimenti al mio amore per l’organizzazione ed ancora
DSCF5329
CONGRATULAZIONE SIGNORINA 100

mercoledì 17 giugno 2009

Finale Scudetto

Ieri gara 4…ebbene si ho assistito in diretta al massacro della mia Olimpia..


Della partita poco da dire, le Red Shoes sono entrate in campo scariche e rassegnate, mentre la Mensana si è dimostrata quella corrazzata che tutti si aspettavano (44 partite, 43 vittorie) e ha dimostrato una mentalità fuori dal normale…non ha mai smesso di attaccare e difendere…MAI


Quindi non posso far altro che applaudire ed inchinarmi ad una squadra che si è dimostrata manifestamente superiore.


Il contorno alla partita è stato stupendo…Forum ancora piena ad incitare l’AJ anche sotto di 30, mai un fischio, mai un buh….ma solo e soltanto un coro:


“GRAZIE RAGAZZI”

Spettacolare anche quando tutto il palazzo si è messo ad insultare il capitano senese (“chi non salta canturino è”) al momento della premiazione…Bellissimo il gesto di Hall che sale sugli spalti e va in curva…eccezionale il pubblico che, tolto il già citato Stonerook, ha applaudito tutta la squadra senese che alzava la coppa al cielo


Direi che per essere stata la mia prima finale allo stadio, è stata un esperienza unica….


Anche se alcune cose che non mi sono piaciute ci sono state: come i cori che chiedevano al Gallo di tornare a Milano, a mio avviso poco rispettosi per la squadra; il comportamento di Hawkins che ricevuta la medaglia se ne va via da solo senza salutare il pubblico; ed una arbitraggio sospettosamente a senso unico…


Ora non resta che pensare al futuro, nella speranza di non smantellare in toto la  squadra ma di continuare con questo progetto.


E siccome sono italiano perché non fare un po’ di fantabasket:


Allenatore: Bucchi (non mi piace, ma dopo i risultati di quest’anno è giusto che continui il suo progetto),


Play: Vitali, un play d’esperienza per guidare Vitali


Guardia: Mordente, una guardia in grado di sostituire Hawkins e Aradori


Ala Piccola: Datome, Mancinelli


Ala Grande: Hall, Katelynas


Centro: Rocca , Taylor, Crosariol o Ford


E dulcis in fundus: prendere i diriti di Melli


Vero una squadra molto Italiana e molto giovane, ma a me piace così…..


Su Vitali mi soffermerei un attimo.


E’ stato molto criticato, malgrado abbia fatto una stagione di tutto rispetto, con punte di eccellenza. Deve ancora migliorare molto, vero, ma si deve puntare su di lui, tenendo presente che non è e non sarà mai il nuovo Gallinari, ma potrà essere la futura stella di questa squadra; perché le potenzialità ci sono.


Come diceva ieri uno striscione:


“VITALI NON SI FISCHI….SI AMA”

martedì 16 giugno 2009

Gara 3 Olimpia vs Mensana

SP_A0058
Domenica sera sono andato a vedere in un Forum pieno fino all’orlo (12.000 persone) gara 3 della finale play off tra Olimpia Milano vs Mensana Siena

La mia fede per le Red Shoes è abbastanza recente, infatti seguo la squadra da circa 3 anni, ma sono tifoso col cuore solo da un anno.

 Il forum pieno è una cosa impressionante, si sentiva la vibrazione nell’aria!!!! e nei momenti finali della partita è diventato una vera e propria bolgia…tremava il pavimento, un’emozione unica…

La partita è stato molto bella, e per la prima volta l’AJ è riuscita a mettere in difficoltà i bianco verdi, soprattutto grazie alla panchina (Vitali, Beard, Sangaré), riuscendo ad ottenere il massimo vantaggio di Milano nella serie: 9 punti.

Ora ognuno dica quello che vuole, ma Vitali, con un centro non tassellato al suolo, si è dimostrato un gran giocatore, che deve migliorare in molti aspetti del gioco, ma comunque una futura stella, malgrado la scarsissima fiducia di Bucchi (relegato in panchina per un tempo, con in campo un Price orrendo). E’ vero, ha tirato male, ma ha fatto giocare la squadra ed in difesa ha tenuto, tanto e vero che di valutazione è secondo dietro Hawkins.

Ma nonostante tutto Siena ha vinto ed è un vero peccato perché la serata sembrava quella giusta. Ma Siena è Siena e lo ha dimostrato anche giocando male. Micidiale nei tiri da 3 in transizione e strangolante la loro difesa armonica, senza dimenticare i singoli…Mc Intyre gioca male, ma quando la sua squadra rischia il crollo, si butta dentro e fa canestro più fallo che li rimette in partita; Stonerook, che quest’anno stava tirando male, fa 2 su 2 da 3 portando la sua squadra sul più uno… quello finale; Kaukenas al limite del paranormale, pazzeschi 2 suoi tiri che sembravano dover terminare di diritto sulla mano protesa di Hall, ma che vengono, invece, raccolti dalla retina; per non parlare di Finley, assoluto dominatore della gara.

Per Milano tolti i soliti Hawkins, grande partita (23 punti, 7 rimbalzi, 6 assist) e Hall, devastante a rimbalzo offensivo ed in difesa (15 punti, 14 rimbalzi, 3 recuperi)e i già citati Vitali, Beard e Sangaré, da notare la difesa di Mordente e l’energia di Katelinas, ma dietro di loro la notte e buia, per non dire buissima

Dietro la lavagna, secondo me, anche Bucchi, allenatore che non mi piace, in quanto non ha dato una identità di gioco alla squadra, ma da rispettare perché quest’anno ha fatto molto bene (finale scudetto e top 16 di eurolega). Ma a prescindere da questo ieri ha commesso due errori che hanno compromesso la partita.

I primo è stato quello di creare l’ultimo tiro per vincere la partita con un isolamento del Falco, conclusosi con una stoppata (a mio avviso ci poteva stare un fallo). Ok, hai giocato tutta la stagione così, e ci sta che continui a farlo fino alla fine, però non puoi pretendere di bucare una difesa come quella di Siena con un isolamento, e soprattutto perché chiamare minuto...non puoi chiamarlo per disegnare sulla lavagna un isolamento…ho costruisci un tiro o tieniti il minuto.

Il secondo errore, quello a mio avviso più grave, è stato un quello di schierare un quintetto assurdo che ci ha fatto passare dal più 6 al meno 4: Price, Vitali, Sangaré, Katelynas e Marconato; cioè 3 play un ala forte e un centro. Quintetto assolutamente inspiegabile…non era quello più difensivo, non era quello tiratore, non era quello veloce…bah…

Malgrado tutto bravi ragazzi, avete giocato col cuore e si è visto, sono queste le cose che fanno amare una squadra e tutto il forum in piedi ad applaudire a fine partita ve lo ha dimostrato. E non dimenticatevi che ad applaudire c’era anche il re di quel parquet, Mr Gallin-air, che ha posto dei buoni propositi che faranno sognare per molti anni tutti i tifosi dell’Olimpia….

Giocherò anche io una finale con Milano….ora penso alla mia Nba, ma quando tornerò in Italia non ci sarà altra squadra al di fuori di Milano

Ps: Non solo nel calcio, ma anche nel basket ci sono tifosi che non capiscono un h ma che si credono coach, incredibili gli insulti a Price dopo una stoppata subita…e normale che la sotto ci possa scappare…e altrettanto assurdi gli insulti a Vitali che nel’ultima azione è stato fermo fino allo scoccare dei 15 secondi alla fine…se è l’ultimo tiro, si inizia a giocare il più tardi possibile per evitare di dare un tiro facile agli altri…. 

venerdì 12 giugno 2009

ddl Alfano

Ormai ci siamo quasi, nel giro di pochi giorni potrebbe essere approvata l’ennesima legge vergogna.

Oggi è passata alla camera il c.d. ddl Alfano, conosciuta anche come legge sulle intercettazioni.

Ecco in breve il contenuto di questo disegno di legge:
  • Il pm potrà chiedere al gip di intercettare soltanto se ci saranno evidenti indizi di colpevolezza
    (ma se ho già gli evidenti indizi che utilità ha l’intercettazione) 
  • Potranno essere intercettati tutti i presunti autori dei reati con pene superiori a 5 anni, compresi minacce ed aggiotaggio.
    (Qualcuno dovrebbe spiegare ai politici che si arrivano a scoprire rati di mafia o terrorismo, partendo da un furto d’auto, reato che non rientrerebbe nei casi di intercettazione)
  • Non si potrà intercettare per più di 60 giorni
    (per scoprire un giro di pedofilia ci sono voluti 6 mesi di intercettazioni)
  • Da 6 mesi ad 1 anno di carcere per i cronisti che pubblichino le intercettazioni
    (e il diritto di informazione e cronaca?????esisteva già un reato che impediva la pubblicazione di informazioni con il solo scopo di infangare la reputazione altrui….si chiama reato di diffamazione)
Ecco le reazioni degli esperti:

Anm: “i delinquenti non verranno scoperti e puniti”

Associazione nazionale funzionari di polizia: “con il ddl Alfano brinderanno i delinquenti”

I vertici dell’Ordine dei giornalisti: “la legge azzoppa la stampa”

Ora, dal mio punto di vista ritengo che ogni ulteriore commento sia superfluo, ma una cosa la voglio aggiungere…ma il governo Berlusconi, non prometteva sicurezza????ma sicurezza per chi?????per i cittadini o per i delinquenti?????forse si sono dimenticati di dircelo

giovedì 11 giugno 2009

L'uomo più sfortunato del mondo

Ieri ho sentito questa storia per radio:

“Un borseggiatore inglese ha assalito, senza saperlo, per derubarlo, il ministro inglese della giustizia, su un autobus. Il Ministro a cercato di difendersi, aiutato da 4 agenti in borghese che erano presenti sul bus. Il ladro si è dato alla fuga e nella sua corsa si è imbattuto in un autobus della polizia che era in loco per un’esercitazione. Il malandrino, inseguito dagli agenti in borghese e da quelli presenti sul bus, è entrato in un centro commerciale, dove a trovato ad attenderlo 6 guardie giurate che si sono subito gettate al suo inseguimento. Dall’autoparlante del centro è stata inoltrata la comunicazione sulla presenza di questo fuggitivo, il che ha permesso a altri 3 agenti non in servizio, presenti in loco per fare la spesa, di lanciarsi al suo inseguimento. Inseguito da tutte queste persone il ladro si è infilato in un ascensore, il quale si è bloccato a causa di lavori, permettendone l’arresto”

Che dire….se non è sfiga questa!!!!!!

lunedì 1 giugno 2009

Atomic Style

DSCF5289Ieri ho partecipato in qualità di vice presidente, allenatore e giocatore degli Atomic Flies Basket (lo so sono una persona importante), alla festa dei bambini organizzata dal comune di Chatillon per promuovere le associazioni sportive all’interno del territorio del comune.

Noi, come associazione sportiva giovane, non abbiamo ancora un settore giovanile; ma la presenza ad una manifestazione del genere ci serviva per sondare "la voglia di basket" nel nostro comune e per poter valutare la possibilità di creare, in futuro, di una squadra per bambini.

DSCF5298Malgrado il comune si fosse dimenticato di noi, il che ci ha costretti ad arrangiarci all’ultimo momento, la nostra “partecipazione” è stata più che buona. Molti bambini e bambine hanno giocato sul nostro campo improvvisato e 3 genitori ci hanno chiesto informazioni su un'eventuale squadra di mini-basket; e cosa ancora più importante ci siamo fatti pubblicità.

L’unica pecca della giornata è stata la manifestazione in se: molto scadente e disorganizzata.

Le associazioni sportive erano sparse casualmente e molto distanti una dall’altra, l’intrattenimento per i bambini era rivedibile, per usare un eufemismo, e molte associazioni sportive dopo poco tempo se ne sono andate.

Ps: mi sono divertito tantissimo ha fare brutto hai bambini stoppando tutti i loro tiri….lo so, sono perfido

Giustizia spaventapasseri

Perchè l
Da qualche tempo a questa parte mi sto dedicando alla lettura di un libro: “LA DERIVA”. Possiamo definirlo il sequel di: “LA CASTA”; sempre scritto da Gian Antonio STELLA e Sergio RIZZO.


Non starò ora a dilungarmi su un commento al libro, in quanto non l’ho ancora finito; ma volevo soffermarmi su una parte di esso che ho letto la sera scorsa.

Il capitolo si intitola “ho frodato i risparmiatori: embè?” e parla di come la nostra giustizia sia morbida, per usare un eufemismo, quando si tratta di reati finanziari, mentre nel resto del mondo sono considerati reati molto gravi e vegono punito severamente.

Alcuni esempi: negli USA Sanjay Kumar amministratore delegato di Computer Associates International 12 anni di carcere per frode contabile; Randall Cunningham eletto al congresso 8 anni e 4 mesi per tangenti ed evasione fiscale; Jeffrey Skilling amministratore delegato della Enron 24 anni di galera per bancarotta; e questi la galera la fanno sul serio.

In Italia questo sembra un’utopia, infatti non solo molti reati finanziari sono stati depenalizzati, ma da noi i colletti bianchi il carcere lo vedono solo un cartolina e non solo, molte volte vengono premiati con seggi in Parlamento.

Ma la cosa che mi ha colpito maggiormente è questo passaggio:

…Con le norme attuali perfino la storica bancarotta del 1982 del Banco Ambrosiano non sarebbe stata punita, ed il banchiere invece di finire impiccato a Londra grazie alla ex Cirielli se la sarebbe cavata con la scadenza dei termini…

Quando ho letto queste poche righe, sono rimasto sbigottito e turbato; infatti ho pensato a tutte le recenti riforme della giustizia, e mi sono chiesto come fosse possibile che queste avessero fatto regredire, invece che progredire, la giustizia.

Pensandoci, mi sono risposto che probabilmente “riformare” non voleva per forza dire migliorare, ma consultando il mio Zanichelli sono stato smentito:

Riformare = dare nuova forma allo scopo di migliorare, rinnovare e riordinare

Allora o continuato a scervellarmi senza arrivare ad una soluzione…ma poi l’illuminazione.

Scartabellando tra i processi del vostro presidente del consiglio noto che la maggior parte dei processi che lo riguardano sono proprio per reati finanziari. A questo punti tutto mi è apparso semplice e chiaro:

"Se chi deve far funzionare la giustizia rischia di finire in galera è ovvio che farà di tutto per non farla funzionare"

Infatti in Italia Cragnotti e Tanzi, insieme , dopo aver rovinato decine di migliaia di persone, sono rimasti in galera quanto Florian Placu, un albanese incensurato, sposato con una italiana, operaio modello, sbattuto tempo fa a San Vittore in attesa di estradizione perché negli anni più violenti della crisi interna del suo paese era stato accusato, processato e condannato in contumacia senza che lui ne sapesse nulla, in quanto già emigrato in Italia, per tentato furto di una vacca.

Ormai siamo di fronte ad una giustizia classista o come dice il giudice Piercamillo Davigo:


“abbiamo una giustizia spaventapasseri, da lontano fa paura, da vicino fa ridere”