venerdì 24 settembre 2010

Perle

Ecco alcuni stralci del nuovo libro “Perle – 280 sublimi strafalcioni scolastici ovvero c’è del genio nell’ignoranza crassa” di Gianmarco Perboni (pseudonimo) che ho trovato sull’inserto del Corriere della Sera “SETTE”.

·        Lucia fu rapita dall’Anonimato
·        Il Franchismo prende il nome dal dittatore Pippo Franco
·        Così parlò Kamasutra
·        Ai posteriori l’ardua sentenza
·        Un referto archeologico
·        Si approssima per decesso
·        Martin Lutero, altrimenti conosciuto come Martin Luther King
·        Martin Lutero è stato il primo presidente americano di colore
·        Negli USA regnava il partito repubblicano
·        Nella Divina Commedia i dannati all’Inferno subiscono la pena del contrabbasso
·        Le prime opere che Manzoni scrive dopo la morte sono…
·        I babilonesi vivevano all’interno dell’Eufrate in un paese pieno di tigri
·        Gli indiani d’America che scamparono al massacro furono messi nelle conserve
·        Le cere vegetali sono quelle che vengono estratte dai vegetali, come la cera d’api
·        Solgenitsin viveva in Russia in un gulasch
·        Il fondamento delle evoluzione è che un organismo vivo ha più probabilità di riprodursi di un organismo morto
·        Il primo principio della dinamica dice: “Prima che un corpo si muova, sta fermo”
·        Un corpo immerso in un liquido si bagna
·        Prof: “come si chiama la valvola che si trova nel collo?”; studente: “il clitoride”
·        Studente: “dopo la fine della guerra ci furono molti eventi bellici”; Prof: “Vorrai dire prima della fine”; Studente: “No, dopo. Voglio dire, ci furono questi avvenimenti belli… insomma dei festeggiamenti”
·        La genetica ha compiuto molti passi avanti anche grazie agli studi di Rita Levi di Montalcino
·        Aperta parentesi grappa
·        Gli Etruschi fondarono la Fiorentina

Se sono cose realmente accadute NO COMMENT

giovedì 16 settembre 2010

Power Balance

E’ uno degli accessori più di moda di questi tempi ed è soprattutto l’accessorio più discusso…vero o falso, bufala o prodigio chi può dirlo????

A quanto pare questo bracciale di silicone oppure di neoprene ha inseriti due ologrammi che, a contatto con il campo magnetico del nostro corpo, stabilizzano quest'ultimo equilibrandolo in una frequenza fissa. Il “Power Balance” o “EFX” promette, se indossato, di migliorare equilibrio, forza e flessibilità. La spiegazione del meccanismo fornita da chi lo vende è la seguente: “Il corpo umano funziona attraverso una serie di onde elettromagnetiche. Questo biocampo-magnetico si chiama comunemente "aura" e circonderebbe il nostro corpo. L'aura, per qualcuno, influenzerebbe il nostro rapporto con gli altri e con la natura. La tecnologia Power Balance, è una sorta di ologramma realizzato con alcuni metalli che riescono a portare la frequenza della propria aura al livello SRF (Schumann Resonating Frequency) di 7,8 hertz che è la frequenza caratteristica del campo magnetico terrestre”... insomma in poche parole l'uso di questo semplice oggetto potrebbe riequilibrare il soggetto che lo indossa.

Ovviamente anche io, nonostante il mio innato scetticismo, mi sono lasciato contagiare da questo fenomeno ed ho deciso di comprarne uno, più perché mi piaceva il braccialetto, che per i tanto millantati effetti. Ovviamente io l’ho comprato poche settimane fa su  e-bay per 12 € e non per gli spropositati 40 €  che tutti dicono (d'altronde lo sapete che sono un taccagno), ma vi assicuro che è l’originale prodotto dalla Power Balance Italy.

Chi mi conosce sa bene che sono assolutamente scettico su tutte queste cose esoteriche, magiche, ecc… ma sono rimasto colpito dallo svolgere i tre semplici esperimenti che il produttore del bracciale ti consiglia di fare per testarne l’efficacia. Le prove sono le seguenti:

Prova n. 1
Mettere la “cavia” a piedi pari in piedi e con le braccia rigide distese sui fianchi, con le mani rivolte verso la schiena e messe a scodella (come per prendere i piedi di uno che vuole usarci come scaletta per capirci) e premere con il pugno su una delle loro mani messe a "scodella".

Prova n. 2
Sempre a piedi pari e con le braccia aperte a "T" questa volta “l’esaminatore” con la forza di un solo dito  preme sulla punta di una mano della "cavia".

Prova n. 3
La “cavia” mette le mani dietro la schiena unite a scodella mente “l’esaminatore” preme con un pugno sulle due mani.

Ebbene provando questi “esercizi” senza braccialetto dopo una lievissima pressione si perde l’equilibrio, mentre ripetendoli con il braccialetto è molto più difficile perdere l’equilibrio. Lo so, sembra assurdo, sono io il primo a non credere a questa cosa dell’aurea, ma facendo queste prove il risultato è evidente. Ad onor del vero ho indossato il braccialetto anche mentre ho praticato sport ed in questo caso non ho notato nessuna differenza.

Secondo Walter Santilli, ordinario di Fisiatria all'Università La Sapienza di Roma: “È una cosa che sa di new age o esoterismo spinto ma non obbedisce ad alcuna legge o attività scientifica accertata. Noi fisiatri abbiamo spesso a che fare con malati che hanno disfunzioni di questo tipo. Quando ci si collega al sito della Power Balance ci appare un ologramma, un disegno, che secondo l'azienda stimolerebbe il sistema biologico in modo tale da migliorare le performance. A questo punto il quesito del medico è questo: come può un disegno produrre effetti magnetici e influenzare l'organismo umano? Se davvero fosse così scomparirebbe tutta la medicina riabilitativa”. Per quanto riguarda la presenza di grandi atleti fra i testimonial del braccialetto e il grande sfoggio dell'accessorio anche ai recenti campionati europei di atletica leggera a Barcellona, fra campioni di forza, equilibrio e coordinazione, Santilli trova una possibile spiegazione nell'effetto placebo: “In medicina è studiato da molto tempo, come reazione dell'organismo alle suggestioni. Succede che una persona che non riesce a raggiungere una certa prestazione, con un placebo non raggiunge magari proprio quella prestazione, ma si migliora di molto”.

Effetto placebo, magia o magnetismo, non sono assolutamente in grado di dire chi ha ragione o chi no, resta il fatto che chiunque provi i test ne rimane sbalordito (l’ho fatto provare a quasi tutti i miei amici).

Come detto non mi sento di rispondere alla domanda con cui ho iniziato questo post, ma cedo la palla all'Antitrust (Autorità garante della concorrenza) la quale ha avviato un'istruttoria per una «possibile pratica commerciale scorretta» nei confronti delle società che distribuiscono il prodotto che promette "forza ed equilibrio". In base al procedimento avviato dagli uffici dell'Autorità le due società produttrici (Power Balance e di Sport Town) dovranno fornire un'idonea documentazione medico-scientifica sulle proprietà e gli effetti sul corpo umano attribuiti ai prodotti, compresa «l'istantanea efficienza dei sistemi elettronici chimici e biologici dell'individuo» e dovrà essere provata l'assenza di eventuali controindicazioni per la salute e la sicurezza dei consumatori che possano derivare dall'uso dei prodotti.
Quindi non ci resta che aspettare.