mercoledì 29 aprile 2015

Il Supermarket by Simone Tempia
My rating: 5 of 5 stars

Nel mio percorso a ritroso della raccolta contemporaneo indispensabile ho finalmente ultimato la lettura del primo racconto. 

Al termine della lettura sono rimasto letteralmente a bocca aperta grazie ad una narrazione avvincente che, partendo da un evento relativamente comune, si articola sviscerando, all'interno di una gigantesca metafora, molti aspetti controversi della nostra società. In un colpo solo vediamo trattati argomenti come lo spreco di cibo, l'influenza dei media, i non luoghi, ecc...

Ancora una volta, quindi, vi consiglio la lettura di questo racconto che potete avere scrivendo a contemporaneoindispensabile@gmail.com.

View all my reviews

lunedì 27 aprile 2015

In Roby Veritas


Fonte: In Roby Veritas

Mason Rocca


Si è ritirato la settimana scorsa, 2 metri scarsi di sgraziatezza, ganci improbabili, blocchi al limite della legalità e un cuore immenso. Un piccolo uomo in un mondo di giganti, un essere umano in mezzo agli alieni, ma sopratutto un esempio che ha dimostrato che con la volontà, il coraggio e la voglia si possono superare molti limiti

Batman vs Superman

Dimmi puoi sanguinare?... sanguinerai!

The Truth

Nulla fa più male della Verità

lunedì 13 aprile 2015

In Roby Veritas


Fonte: In Roby Veritas

Un Weekend Lungo a Praga

Clicca per vedere le foto
Ero già stato a Praga con la scuola in quinta superiore. Di quella gita conservavo molti ricordi della città e non solo, ma sopratutto la cosa che l'ha maggiormente caratterizzata è stata la nascita del mio soprannome "Pivo", che per altro in ceco significa birra.

Ci sono tornato a fine febbraio in occasione del compleanno della mia ragazza ed ho potuto riscontrare che, nella mia visita precedente, della città avevo visto molto poco. Questa volta sfruttando il servizio di GetYourGuide, ho potuto apprezzare maggiormente la città riducendo lo stress a zero.

Un altra cosa che ho notato è che non si percepisce più la lunga mano del comunismo... anzi... ora la sensazione è proprio l'opposto, è come se nella città si percepisse costantemente un sottofondo cantilenante che fa più o meno così: U S A , U S A, U S A.

E poi c'è la SPA della Birra... :-D

Nonostante ciò è una bellissima città che merita di essere visitata.